Festa di Natale

Scritto da La Direzione. Postato in Notizie

E’ Natale! E’ nato Gesù, un bambino speciale da accogliere, e per il quale cercare un posticino altrettanto speciale, che talvolta sembra non sia possibile trovare.

Colgono bene questa necessità i bambini, loro sanno cosa significa fare posto a un fratellino che arriva. Dedicargli parte della loro camera, condividere l’amore e l’attenzione dei propri genitori; così come all’interno della Scuola Materna stanno imparando a fare quando arrivano i bambini nuovi, di anno in anno, i “piccolini”. Infatti nella Scuola Materna S.Pio X hanno ben saputo amalgamare età diverse, cosicchè i valori dell’accoglienza, del saper attendere i tempi dei più piccoli, così come godere dell’esempio dei più grandi, possano di giorno in giorno fortificare autostima e identità di ciascuno ma allo stesso tempo accrescere l’esperienza di condivisione, fiducia, lealtà e generosità nell’accogliere. Questi sono alcuni dei valori che i bambini della scuola materna, con la loro caratteristica semplicità, ci hanno fatto assaporare nella tanto attesa recita di Natale, che ogni anno rende di nuovo soffici i nostri cuori adulti, a volte disincantati.

Quest’anno Gesù è nato in Città, come anticipano i “mezzani” con la loro poesia, confidandoci un segreto: per capire la gente bisogna Ascoltare e per costruire la pace saper donare Perdono.

Subito dopo i “piccoli” con i loro cappellini rossi ci ricordano con tenerezza che l’inverno è la stagione delle feste ed anche se freddo e grigio non dura per sempre, anzi, rimano “quando il gelo sparisce la natura rifiorisce”.

Quindi  è stata la volta dei bambini “grandi” che, nella loro recita, ci hanno raccontato con allegria che Gesù quest’anno nasce a Marghera.  Giuseppe e Maria cercano un posto dove far nascere il loro piccolino, provano alla Nave de Vero, in biblioteca, chiedono a coloro che incontrano per la strada ma nessuno sembra poterli aiutare, tutti non hanno tempo, ognuno ha le proprie urgenze, finchè sarà una chiesa il posto giusto per ospitare il bambinello, così anche per la città di Marghera sarà un Natale speciale!

Così tra le battute in dialetto “bambinese” e l’avvicendarsi dei bambini sull’altare, i nostri figli hanno saputo nuovamente far brillare gli occhi di tutti noi genitori e introdurci a questa grande Festa.

Com’è ormai ricorrenza, dopo il canto finale, la festa è proseguita all’interno dei locali della Scuola Materna, favorendo lo scambio di saluti, sorrisi, dolci fette e l’immancabile lotteria!

Un ringraziamento speciale va a tutta l’equipe della Scuola Materna S. Pio X, che mette le proprie energie generosamente a disposizione dei bambini e delle loro famiglie, con entusiasmo, creatività e professionalità.

Voglio concludere condividendo quel compito speciale che i bambini ci hanno rammentato di avere ogni giorno: ricordare al mondo che è Natale. Come? Amando, donando e chiamando qualcuno solo a stare con noi; vivendo, ridendo, stringendo le mani a chi soffre di più, credendo e, perché no, cantando con gli amici!