La relazione precoce

Scritto da La Direzione. Postato in Educhiamo Insieme

Nel periodo della cosiddetta "gravidanza fuori dall'utero", il bambino scopre ed elabora quella che gli scienziati chiamano la "teoria della mente", inizia cioè a capire che lui è un individuo, che fuori di lui c'è qualcuno che provvede ai suoi bisogni e lo fa sentire amabile, desiderato e rispettato nell sue richieste. Proprio questo costituisce lo zoccolo dure, la pietra quadrangolare sulla quale poggia l'autostima e lo stile relazionale che avrà con gli latri. In altre parole: la continuità postiva dell'esistenza. Perchè solo chi si sente rispettato rispetterà gli altri. Solo chi si sente amabile potrà amare. L'importanza di questa empatia, dell'intesa esclusiva e intima fra madre e bambino, dalla nascita agli 8-9 mesi di vita, costituisce la base di una buona capacità relazionale con se stessi e con gli altri. Dobbiamo dire chiaramente che per avere una continuità positiva dell'esistenza dovremmo riuscire a garantire ad ogni bambino una buona relazione precoce con la propria madre, consci di tutto quello che comporta anche dal punto di visa socio-politico....