BUONA PASQUA

BUONA PASQUA

(i bambini della nostra Scuola)


Nel periodo di Pasqua tanti segni vediamo,

ma forse il loro significato non lo conosciamo.

Gesù è come il mite agnello

che dice al mondo che deve essere bello.

Annuncia la pace la colomba bianca,

che vola vola e mai si stanca,

un ramo d'olivo in bocca tiene

per dire a tutti che Gesù viene.

C'è un messaggio nuovo:

c'è la vita dentro all'uovo.

E la croce cosa ci insegna?

L'amore di Gesù che con noi si impegna.

Infine le campane dicono all'umanità

che Gesù è risorto per la nostra felicità.

 

 

 

LA SICUREZZA AFFETTIVA

Di Laurence Pernoud

Se io dovessi, fra le necessità del bambino, scegliere la più importante, sceglierei la sicurezza affettiva. Dare sicurezza a un bambino significa certamente dargli da bere e da mangiare, assicurarsi che sia al riparo dal freddo, dalle malattie, ecc. La sicurezza materiale è indispensabile alla sopravvivenza. Ma sentirsi al sicuro, per un bambino, è molto, molto di più. 

Un lattante che ad un rumore improvviso sussulta e si rannicchia istintivamente contro sua madre o quel bambino dai passi malfermi la cui mano si aggrappa alla vostra quando vede il camice del dottore... Quel bambino che cerca lo sguardo di suo padre prima di lanciarsi per la prima volta sullo scivolo o quella bambina che si fa garantire che "proprio davvero" si troverà ad attenderla all'uscita dalla scuola, che cosa cercano? La vostra presenza per rincuorarsi, la certezza che possono contare su di voi per affrontare cio che è nuovo. E' questa la loro sicurezza.

A seconda dell'età il bisogno di sicurezza prende d'altronde forme diverse. Ora ha bisogno del vostro sangue freddo, ora della vostra comprensione. Quando il bambino sarà più grande si appellerà forse piuttosto alla vostra fermezza per proteggersi da se stesso. Sicuro di voi, sicuro del vostro affetto, sarà capace di tutte le audacie e potrà sopportare i cambiamenti, le malattie, le separazioni.